AMVI Aeronautica Militare Virtuale ItalianaAMVI Aeronautica Militare Virtuale Italiana

Operazione Sunrise

02 nov 2005 31 mag 2006

Operazione Sunrise
  • Data di inizio: Mercoledi, 2 novembre 2005
  • Stato: Completata

Campagna di addestramento basico che vedrà svolgere un insieme di missioni propedeutiche, atte a consolidare ed applicare ciò che viene studiato per il conseguimento degli Standard e per ricevere la qualifica di LCR. La Campagna Sunrise è aperta a tutti i piloti appartenenti ai Gruppi Accademici.

 

Analisi Operativa - Giorno n°2 - 12ma missione

NATO:
La Nato copre tutto il territorio Italiano e la Grecia, confermiamo anche la presenza di una portaerei al largo della costa del Montenegro. Le forze terrestri della NATO sono in ingresso a nord, in Slovenia, dove hanno già conquistato oltre 50nm di territorio ostile impadronendosi di diversi aeroporti ed installazioni militari avanzate. Durante il tramonto sono state paracadutate truppe da C-130 scortati da F16 del nostro gruppo, nella zona dell'aeroporto ostile di Ubdina che ricordiamo è uno degli aeroporti più attivi della fazione ostile. Le truppe stanno svolgendo in queste ore la cattura dell'aeroporto nemico supportati da diverse unità aeree tra A10 per la close air support.

Ungheria:
L'Ungheria al momento è l'unico stato sotto attacco da parte della coalizione ostile (Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina). Per tale motivo diversi battaglioni sono attivi sul confine Ungherese tenendosi pronti ad un attacco imminente, attacco che per il momendo vede postazioni SCUD a sole 80nm dal confine sud Ungherese.

Serbia e Montenegro:
Attualmente le fazioni non sono in guerra anche se non negano, e le nostre fonti ufficiali confermano, di aver attivato battaglioni di terra e gran parte di postazioni SAM tra cui alcuni SA5 in difesa del territorio.

Albania e Macedonia:
Albania e Macedonia pur non entrando in guerra, come la Serbia ed il Montenegro, hanno preso provvedimenti per attivare la loro forza terrestre ma al contrario dell'altra fazione ci hanno NEGATO la possibilità di sorvolo della loro area schierandosi in modo non ufficiale alla coalizione ostile. Negarci il sorvolo nega la possibilità di attacchi dalla Grecia dove abbiamo diversi aeroporti attivi.

Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina come parti ostili
La difesa aerea del settore nord ovest è già stata soppressa in modo efficace dai raid aerei delle passate ore, i nostri F16 prima, ed F18 imbarcati dopo, hanno reso inoffensive una postazione SA5, 2xSA2, 3xSA3 e 2xSA6. Al momento la difesa aerea è concentrata presso l'aeroporto di Banja, uno dei nostri prossimi importanti target. Rileviamo una importante forza terrestra mentre per il momento come veivoli in campo rileviamo Mig-23, Mig21-93 (sicuramente da non sottovalutare vista la possibilità di carico dei temibilissimi R-73, anche se nelle prime sortite non vi sono stati lanci di tale arma) e Su-25. Nelle prime missioni le forze ostili hanno già subito la perdita di ben 16 veivoli tra cui diversi Su-25 in attacco sulle nostre truppe in ingresso da nord ovest mentre abbiamo la conferma che altrettanti Su-25 hanno tentato un inserimento dalla costa sud ovest sorvolando l'Adriatico intenti ad attaccare i nostri aeroporti e difese aeree in Friuli Venezia Giulia ed in Trentino Alto Adige; attacchi rimandati vista la presenza di diversi F15 in DCA sul bacino dell'Adriatico circa 30nm a sud di Venezia.

Analisi Operativa - Giorno n°3 - 26ma missione

Continua la penetrazione delle forze NATO in territorio croato, concentrata su tre fronti: Nord, Centro, Sud .

La direttrice di attacco nord ha rafforzato le proprie forze a Cerklje e sta proseguendo la propria avanzata verso Zagabria.

La direttrice di attacco centrale ha creato una FLOT che da Karlovac prosegue fino a Bihac (dove le forze alleate hanno già conquistato l'aeroporto): qui si stanno concentrando le truppe croate per impedire lo sfondamento nel cuore del Paese.

Infine, la direttrice di attacco meridionale, dopo la presa degli areoporti di Ubdina e Zara stanno da una parte convergendo per supportare l'attacco da sud all'armata centrale convergendo su Bihac, dall'altra sta impegnando le forze provenienti da Spalato, altro caposaldo delle forze nemiche.

Gli aereoporti principali in mano alle forze nemiche restano dunque:

Varazdin, aeroporto al confine ungherese e il più settentrionale degli aeroporti croati; non presenta segni di attività terrestre nelle proprie prossimità;
Zagabria, centro principale dell'attività nemica nel settore nord del paese, a ridosso della prima linea di combattimento; è difesa da un battaglione di difesa aerea costituito da tre batterie di SA-6 e da una batteria antiaerea nel cuore della città, e al momento è parzialmente danneggiata a causa di un bombardamento alleato, ma non completamente fuori uso;
Bjelovar, piccolo aeroporto alle spalle di Zagabria, divenuto fondamentale dopo l'attacco all'aeroporto della capitale croata; è difeso da un battaglione di difesa aerea costituito da 3 batterie di SA3 e da cannoni antiaerei;
Banja Luka, decentrato verso est rispetto all'attuale FLOT, in grado di poter operare in relativa tranquillità su tutti e tre i fronti aperti; è protetto da un battaglione di difesa aerea composto da 6 batterie di vecchi SA-5 e da contraerea, con il supporto di una batteria di SA-2 a difesa della città;
Karlovac, a poche miglia dal fronte, non ha difese visiibli al JSTAR, ma è tutt'ora in pieno servizio.
Spalato e Mostar, ultimi capisaldi nemici a sud, non hanno difese visibili al JSTAR.

 

Statistiche

Pilot Missions Flight Time Success Failed Land Emergency Landing Bailed Out KIA / MIA AA Kills AG Kills
CATU 25 29.15 25 0 25 0 0 0 28 28
E4GLE 10 11.10 10 --- 9 --- 1 --- 4 23
FREDDY 9 10.25 9 --- 9 --- --- --- 5 8
BULL 9 10.20 9 --- 9 --- --- --- 7 7
GANDELR 8 7.45 8 0 7 1 0 0 4 6
VINCI 6 7.20 6 --- 6 --- --- --- 1 16
TOPPER 6 7.10 6 --- 6 --- --- --- --- 5
BILICO 6 7.00 6 --- 5 1 --- --- --- 5
MAFFA 5 6.10 5 --- 5 --- --- --- 4 3
DEIMOS 4 5.45 4 --- 4 --- --- --- --- 4
SWAT 5 5.40 5 0 5 0 0 0 2 10
JECK 4 4.50 4 --- 4 --- --- --- 1 8
HORUS 3 3.40 3 --- 3 --- --- --- --- 2
GIO 3 3.35 3 --- 2 1 --- --- --- ---
BERNA 3 3.25 3 --- 3 --- --- --- --- 4
3 2.45 3 0 3 0 0 0 2 2
MAGO 1 0.40 --- 1 --- --- --- 1 --- 1