Fly Future 2023 - Università Europea di Roma, 23 e 24 maggio

Tutto il resto, off topic compresi
Rispondi
Avatar utente
Phant
Capitano
Capitano
Messaggi: 14449
Iscritto il: 19 settembre 2003, 15:14
Località: Olbia
Contatta:

Fly Future 2023 - Università Europea di Roma, 23 e 24 maggio

Messaggio da Phant » 11 maggio 2023, 17:14

Aviation-report.com ha scritto:
Fly Future 2023: la seconda edizione torna il 23 e 24 maggio a Roma

E’ partita l’organizzazione di Fly Future 2023, seconda edizione del grande evento nazionale di informazione e orientamento per coloro che, soprattutto giovani, intendano lavorare nel mondo dell’aviazione e dello spazio. Questo evento, organizzato dall’associazione Ifimedia e da Mediarkè, si svolgerà nei giorni 23 e 24 maggio prossimi presso l’Università Europea di Roma.

La prima edizione – che si è svolta con successo nel maggio dello scorso anno – ha visto lo svolgimento di due convegni e di ventuno conferenze, con la presenza di sedici espositori anche esteri e di oltre cinquecento visitatori, soprattutto studenti di istituti superiori e di dipartimenti universitari di diverse città italiane.

Il programma della prossima edizione prevede circa venti convegni e conferenze, a cui parteciperanno piloti civili e militari, astronauti, manager di scuole di volo e aeroclub, dirigenti di enti, compagnie aeree e aziende aerospaziali, ricercatori, professionisti ed esperti. Tra gli appuntamenti già confermati, il convegno inaugurale sul tema “Professione Volo. Le opportunità di lavoro e di carriera nel settore dell’aviazione e del trasporto aereo in Italia” e un altro convegno sul tema “Passione spazio. Come i giovani possono avvicinarsi alle attività spaziali”.

Sarà allestita un’ampia area espositiva con i desk e gli stand di enti aeronautici, scuole di volo, aeroclub, compagnie aeree, agenzie spaziali, aziende specializzate e associazioni. Saranno anche celebrati tre importanti ricorrenze: il 110° anniversario del brevetto di volo di Rosina Ferrario, prima donna pilota in Italia (1913-2023); il 100° anniversario della fondazione dell’Aeronautica Militare (1923-2023); e il 40° anniversario della prima missione in orbita del laboratorio spaziale europeo “Spacelab 1”, realizzato con un notevole contributo italiano, a bordo dello shuttle “STS-9 Columbia” (1983-2023). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.flyfuture.it.

“Finalmente anche in Italia esiste oggi un appuntamento annuale che consenta ai giovani appassionati o in cerca di un futuro lavoro in ambito aerospaziale di incontrare direttamente professionisti, manager ed esperti, come anche enti, aziende e associazioni”, dichiara Luciano Castro, ideatore e presidente di Fly Future.

“Dopo il successo della prima edizione, quest’anno il nostro obiettivo è di far crescere ulteriormente questo evento, sia per quanto riguarda il programma delle conferenze che per il numero dei partecipanti e degli espositori. Stiamo infatti lavorando a diverse nuove iniziative, anche in collaborazione con alcune importanti realtà del settore, che potranno offrire ai giovani un’ampia panoramica delle opportunità di studio e di lavoro nel settore dell’aviazione e dello spazio”.

Posti di lavoro nel settore aerospaziale

Oltre 2mila nuovi posti di lavoro saranno disponibili quest’anno nel settore aerospaziale in Italia. Dopo lo stop per la pandemia, questo settore sta infatti riprendendo con grande slancio le proprie attività e ora grandi compagnie aeree, importanti aziende aerospaziali e anche enti pubblici civili e militari sono a caccia di nuovi professionisti.

C’è tanta richiesta per piloti, assistenti di volo, ingegneri, tecnici, progettisti e informatici. Una panoramica su queste opportunità di lavoro sarà presentata a “Fly Future 2023”, seconda edizione dell’evento nazionale di orientamento e informazione per coloro che, soprattutto giovani, intendano lavorare in futuro nel mondo dell’aviazione e dello spazio. “Siamo lieti del grande interesse che sta suscitando questo evento, che vuole favorire l’incontro delle istituzioni e delle imprese del settore aerospaziale con centinaia di giovani e studenti, provenienti da tutta l’Italia, che potranno diventare i futuri professionisti dell’aviazione e dello spazio”, ha aggiunto Luciano Castro.

Numerose sono le offerte di lavoro in Italia nel settore dell’aviazione. Si va dalle compagnie aeree quali ITA Airways, Neos, Air Dolomiti, AeroItalia, Volotea, Ryanair, SkyAlps, passando per l’Aeronautica Militare che ha pubblicato il nuovo bando con cui cerca 105 allievi ufficiali per l’Accademia Aeronautica, di cui 58 nel ruolo di piloti fino al gruppo Leonardo che prevede 600 assunzioni nei prossimi due anni tra ingegneri, tecnici e informatici.

E poi ancora l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) che cerca soprattutto ingegneri, ispettori di volo e funzionari o come centinaia di assunzioni che riguardano poi il settore della manutenzione dei velivoli commerciali. Interessanti opportunità di lavoro anche nel settore spaziale.


Immagine

Bye
Phant
Immagine Immagine

Avatar utente
Phant
Capitano
Capitano
Messaggi: 14449
Iscritto il: 19 settembre 2003, 15:14
Località: Olbia
Contatta:

Re: Fly Future 2023 - Università Europea di Roma, 23 e 24 maggio

Messaggio da Phant » 11 maggio 2023, 17:16

Flyfuture.it ha scritto:
BOOM DI SPONSOR E ESPOSITORI A “FLY FUTURE 2023”

Raddoppia il numero degli espositori a “Fly Future 2023”. Rispetto alla prima edizione del maggio 2022, che vide la presenza di 16 stand, ad un mese e mezzo dall’apertura dell’evento gli espositori sono già circa 30, ma diverse trattative sono ancora in corso.

Cresce la lista dei main sponsor, che vede la conferma della scuola di volo Urbe Aero, a cui quest’anno si affiancano grandi aziende come ENAV, il gruppo che fornisce servizi in esclusiva per il controllo del traffico aereo, e Avio, società leader nel settore della propulsione spaziale con la famiglia di lanciatori “Vega”.

Tra gli altri espositori, figurano importanti scuole di volo (oltre a Urbe Aero, ad oggi hanno già confermato European Aviation Academy e Aero Locarno, ma altre dovrebbero aggiungersi a breve), aziende nel settore aeronautico (come Avioportolano) e istituti di formazione in ambito aerospaziale o meccatronico (come gli ITS di Lombardia, Piemonte e Puglia).

Numerose anche le associazioni presenti, sia nel settore dell’aviazione che dello spazio. Una sezione dell’evento sarà dedicata in particolare ai simulatori di volo, con le postazioni di Piloti Virtuali Italiani (PVI), Aeronautica Militare Virtuale Italiana (AMVI) e del progetto VFR Estremo.

Novità di quest’anno saranno alcune mostre, come quelle organizzate dal Gruppo Aeromodellistico Pontina (GAP), dall’esperto aeromodellista di velivoli dell’aviazione civile Roberto Genesini e dall’associazione di modellismo spaziale ASIMOF. L’elenco aggiornato di sponsor e espositori di “Fly Future 2023” è disponibile qui: https://flyfuture.it/partner-2023.html.


Immagine

Bye
Phant
Immagine Immagine

Rispondi

Torna a “Libera Uscita - OT”